1, 2, 3… AZIONE! – Social Art per l’inclusione è un percorso per sviluppare abilità attraverso un laboratorio teatrale – che ha come obiettivo la produzione di uno spettacolo, con debutto il 26 ottobre a Officina Giovani – e attraverso incontri con esperti per progettare un piano di azione personale per il futuro.
Il percorso integra due fasi, una dedicata al processo artistico ed una dedicata alla formazione all’intraprendenza e job-coaching. La finalità è quella di valorizzare, potenziare, scoprire le proprie capacità e risorse personali e strutturare le basi per progettare il futuro anche attraverso alcuni strumenti per la ricerca attiva del lavoro.
Per partecipare è necessario iscriversi e presentarsi alla selezione.

Requisiti: giovani residenti/domiciliati nella Regione Toscana, italiani, stranieri, età 18-35 anni, disoccupati, inoccupati, inattivi, conoscenza base della lingua italiana, permesso di soggiorno.
La selezione si tiene a Prato il 26 settembre 2018 alle ore 9.00 a Palazzo Pacchiani, Urban Center Prato, Via Giuseppe Mazzini 65.
Verranno selezionati 30 partecipanti, che dovranno garantire la frequenza di tutto il percorso.
Il percorso è gratuito e prevede un contributo a favore di chi parteciperà a tutte le sue fasi.
Il calendario delle attività:
dal 1 ottobre al 6 novembre da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.
Sede: Prato, presso Palazzo Pacchiani, Urban Center Prato, Via Giuseppe Mazzini 65.

Per informazioni: info@vivaiointraprendenza.it
Tel. 055-281822

Per partecipare al percorso è necessario iscriversi!
Compila il modulo di contatto entro il 24 settembre 2018
start_wesley-lelieveld

i dati raccolti saranno trattati solo ai fini del progetto e secondo la Privacy Policy di Vivaio per l’Intraprendenza 

compila ed invia questo modulo per iscriverti a 1, 2, 3... AZIONE!

un progetto di
vivaio_logo_def

in partnership con

in partnership con

in collaborazione con
Logo_PF_black-Vector

in collaborazione con

con il contributo di

con il contributo di

con il contributo di