1° classificato Istituto Agrario

Campus Creativo dell’Economia Circolare

Due belle giornate per Firenze

Il Campus Creativo dell’Economia Circolare, realizzato da Vivaio per l’Intraprendenza APS e promosso dal Servizio Europe Direct del Comune di Firenze in collaborazione con lo Sportello Ecoequo, presso il M.I.P. a Le Murate a Firenze è stato un bell’evento, per i giovani partecipanti, per le scuole e per le imprese. Erano presenti 64 studenti delle classi quarte degli istituti fiorentini Agrario, Marco Polo e Cellini.

Il Campus  è stato aperto da un’introduzione tecnica di Maria Teresa Caroleo del M.I.P.  e dalla testimonianza di giovani imprese che rappresentano un modello di economia circolare in Toscana: Jacopo Visani  di Le Mele di Newton con il progetto SenzaSpreco, Niccolò Cipriani di  Rifò e Gianni Innocenti per Tyrebirth.

Poi, dopo un’attività di Warm Up “Diamo nuova vita ad un oggetto di scarto”, si è aperto il Contest in cui gli studenti sono stati chiamati a ideare e prototipare un’idea di prodotto o servizio coerente con i caposaldi dell’economia circolare. Il Contest si è concluso con i pitch di presentazione dei prototipi e delle idee messi a punto  dai gruppi di studenti e sono stati giudicati da una giuria composta da esponenti  di Vivaio per l’Intraprendenza, M.I.P., Europe Direct e Sportello Ecoequo.

Tutti i gruppi hanno lavorato con entusiasmo ed impegno e sono stati valutati sotto questi aspetti: originalità dell’idea, utilità della proposta, fattibilità operativa, qualità della presentazione e lavoro di squadra.

Prima classificata una squadra dell’Istituto Agrario di Firenze, con il progetto BIO LEASH, seconda una squadra del Marco Polo con il progetto ECOSHOP e terza una squadra del Cellini con il progetto ESB.

Il primo gruppo classificato ha ricevuto un buono per l’acquisto di libri e tutti i partecipanti hanno avuto  uno zainetto-kit per ciclisti, gentilmente offerto dall’Ambasciata dei Paesi Bassi in partnership con il Comune di Firenze e Firenze Ciclabile.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>